Associazione culturale Maternage

L’associazione culturale “Maternage” da cuore a cuore si occupa di promuovere l’allattamento al seno, l’alto contatto (babywearing, cosleeping, bedsharing) e l’educazione dolce, di informare le future e neo mamme sui diritti della gestante e del neonato e sostenere la famiglia soprattutto durante i primi anni del bimbo.

L’educazione o disciplina dolce è uno stile di accudimento che accoglie i bisogni dei bimbi con rispetto ed empatia. Parole come “capricci” “vizi” “bravo/cattivo” “premi/punizioni” o peggio, punizioni fisiche, non fanno parte del vocabolario dell’educazione dolce. Studi recenti hanno evidenziato che soprattutto i metodi punitivi inducono a ubbidire non per convinzione, ma per paura delle eventuali “conseguenze” e questo non è il modo migliore per crescere adulti equilibrati e sicuri di se.

 

“Si è visto che quando i bisogni dei bimbi molto piccoli vengono accolti, questi stessi bisogni – di contatto, vicinanza, rassicurazione – si esauriscono, e il bambino cresce più sicuro di sé e più fiducioso verso gli altri. Quando un bimbo piccino piange e la mamma (o il papà) arriva, quando il genitore lo conforta e lo aiuta a stare meglio, il bambino si scopre competente, capace di chiamare a sé il genitore. E questa è una scoperta molto molto rassicurante. Quando hai bisogno nella vita qualcuno che ti aiuta c’è. E tu sei capace di chiedere e far arrivare quell’aiuto. Con queste premesse diventa più facile affrontare anche le difficoltà.

Un bambino che riceve frequenti conferme dell’amore dei genitori, che sa di essere apprezzato da loro per come è, che non si identifica con gli errori e i pasticci che è normale combinare nell’infanzia, ha più probabilità di crescere sicuro di sé. La consapevolezza di essere amati è un’arma potente, per molti di noi è la chiave della felicità.

Ma non è tutto. Negli anni della crescita, un bambino che viene ascoltato dai genitori che vede accolte le sue emozioni, che viene trattato con rispetto, non solo è un bambino felice (è bello essere trattati così, a qualunque età!), ma interiorizza questi comportamenti e pian piano li fa propri. Un bambino cresciuto nella gentilezza e nel rispetto è destinato a diventare un adulto che sa offrire gentilezza e rispetto. I suoi genitori glielo hanno insegnato non con le punizioni, non intervenendo duramente in caso di errore, ma dandogli l’esempio. Perché è prima di tutto così che noi insegniamo la vita ai nostri figli. Semplicemente vivendo. Sono i nostri valori, le nostre azioni, le nostre parole il primo grande esempio che ricevono negli anni cruciali per la formazione della personalità.

E questo, in un certo senso rende tutto più facile. Non c’è bisogno di chissà quali teorie e metodi pedagogici per insegnare a un bambino come comportarsi. Basta comportarsi nel modo che vorremmo fosse il suo. È semplice sì, ma è anche una responsabilità enorme. Perché i nostri figli ci guardano. E guardando noi, imparano a vivere. Se li trattiamo con amore, con empatia, con rispetto, questa sarà la loro eredità. Il nostro dono per loro. E il nostro dono anche per il mondo, che diventerà un posto migliore quando sarà popolato da tanti adulti attenti ai bisogni dell’altro, capaci di gentilezza e di rispetto.”  Giorgia Cozza

Molti autorevoli pediatri, ricercatori e medici hanno scritto libri sull’educazione dolce e l’alto contatto

 

Svolgiamo queste attività organizzando degli incontri in varie sedi a Milano e Hinterland e quando la mamma lo richiede, facendo delle consulenze a domicilio o tramite videochiamata.

Gestiamo anche un gruppo su Facebook e un gruppo su Whatsapp che offre alle nostre socie sia l’aiuto di altre mamme che di consulenti e professioniste nel campo della maternità, per supere alcune difficoltà che a volte sembrano insormontabili, invece spesso piccoli accorgimenti e l’esperienza e il sostegno di altre mamme, aiutano a risolvere.

Chi siamo

Barbara, Presidente della associazione e Simona Vice Presidente, si incontrano nel 2015 in un gruppo whatsapp sull’allatte subito capiscono di avere qualcosa in comune: una gravidanza magnifica, ma affrontano un parto difficile e problematico, cosa che ovviamente non speravano, ma contente che “alla fine” fosse andato tutto bene. Ma era davvero così? Era dato “tutto bene” o forse le cose potevano andare diversamente? I loro diritti erano stati rispettati? Avevano avuto il sostegno e le informazioni che chiedevano? Avrebbero potuto invece avere il parto naturale che immaginavano?

Con questo dubbio, ognuna ha cercato risposte: sul web, poi sui libri di testo, poi sui manuali universitari, leggendo studi, riviste e ricerche scientifiche e anche facendo anche corsi di formazione. 

Insomma, ognuna con le proprie competenze, hanno dato inizio ad un percorso di formazione e informazione per conoscere la fisiologia del parto, i diritti della partoriente e del neonato, la fisiologia del sonno e dell’allattamento, le cure prossimali e tutto ciò che la natura ha previsto per favorire l’attaccamento tra mamma e bimbo alto contatto, educazione dolce ecc.

Consulenti, professionisti e peer

Barbara Angeretti

Barbara Angeretti

Presidente associazione Maternage
Consulente del sonno, specialmente dei bimbi allattati al seno
Peer allattamento secondo le linee guida OMS e UNICEF
Consulente alto contatto e educazione dolce
Peer baby wearing

Da anni mi interesso della fisiologia del sonno dei bimbi, precisamente da quando è nata la mia prima figlia, che per i primi 12 mesi della sua vita non ha mai dormito più di 2 ore consecutive. Ero ovviamente stanchissima fisicamente, psicologicamente e a livello emotivo, ma a quel punto ero determinata a capire di più sul sonno dei bambini, studiandolo dal punto di vista antropologico, etologico e storico. Ho seguito diversi corsi di formazione, tra cui quello sull’allattamento al seno secondo le linee guida OMS e UNICEF, che mi hanno portato a studiare in special modo la fisiologia del sonno dei bimbi allattati. Le mie ricerche mi hanno portato a comprendere le ragioni per cui madre natura ha “programmato” in questo modo il sonno dei bimbi, con i frequenti risvegli che molte madri sperimentano e che sono spesso fonte di incomprensione, rabbia, frustrazione e non ultima la stanchezza.

Io non propongo alcun metodo, è bene chiarirlo subito: Il sonno ai bambini non si insegna, è una competenza che acquisiscono al momento giusto, che può essere diverso per ogni bimbo.

Il “segreto” è arrivare al traguardo delle 8 ore di fila trovando un equilibrio che permetta a tutta la famiglia di vivere serenamente e nel rispetto dei bisogni di tutti. Un bimbo ha bisogno della mamma (o del caregiver di riferimento) e la mamma ha bisogno di essere supportata e di avere fiducia nelle proprie capacità e competenze.

Il mio obiettivo è aiutare la famiglia a gestire l’addormentamento e i risvegli fisiologici del bimbo nel rispetto dei suoi bisogni, senza un metodo preconfezionato, sicuramente senza lasciarlo mai piangere, senza ignorarlo, ma portando la mia esperienza per trovare un equilibrio condiviso. Per me parole come “vizi”, “capricci”, “cattive abitudini” riferite a un bimbo non hanno alcun senso! Queste sono parole che usiamo noi adulti per riferirci alle richieste del bimbo quando non le capiamo. Comprendere le dinamiche che regolano i piccoli è il primo passo necessario per ristabilire armonia e serenità.

Le domande che mi fanno più spesso sono:
  • Come mai il mio bimbo si sveglia appena lo metto giù?
  • Come posso farlo dormire nella sua culla?
  • Non ha fame/caldo/freddo/pannolino sporco, allora perché si sveglia così spesso?
Le risposte a queste domande affondano le loro radici nella storia dell’evoluzione dell’uomo, delle cure prossimali e stile di accudimento.

Solo comprendendo l’origine e la ragione di un comportamento, possiamo capire come accoglierlo e trovare il nostro modo per soddisfarlo. 

Consulenze di gruppo: gruppo segreto Facebook

Consulenze individuali: Whatsapp, email, video call, a domicilio

Ogni consulenza a domicilio comprende un follow up via whatsapp/telefono/email fino a che la mamma ha bisogno.

Se vuoi essere ricontattata per maggiori informazioni scrivi a barbara@maternage.it

Simona Rosini

Simona Rosini

Vicepresidente associazione Maternage
Consulente olistica
Supporter allattamento
Peer baby wearing
Consulente alto contatto e educazione dolce
Consulente life style

Sono insegnante scuola primaria da settembre 1999 e mamma da giugno 2017. La mia vita ruota intorno all’educazione, a scuola e a casa. La mia formazione lavorativa  ha attraversato varie esperienze . Quella che più ha lasciato il segno è stata la montessoriana; fonte d’ispirazione e punto di partenza per il mio approccio dolce fondato su l’esperenzialitá e sull’unicità del bambino . “Aiutami a fare da solo” è una dei principi montessoriani che cerco di applicare con i miei alunni e mia figlia. Mi impegno, a scuola e a casa a creare un ambiente sereno con spazi e materiali a misura di bambino .

La mia predisposizione all’essere curiosa e la mia empatia verso gli altri, ha fatto sì che mi cimentassi nella scoperta in svariati campi : quello olistico , seguendo il metodo Kinergetics ,sono riuscita a conseguire i diploma fino al terzo livello di operatrice olistica; quello del life style seguendo corsi e lavorando come beauty e istruttrice in palestra.

Da quando sono mamma della mia bimba , ho approfondito e studiato : allattamento, educazione dolce e alto contatto .
Fornisco la mia esperienza come consulente olistica, supporter allattamento, peer baby wearing , consulente alto contatto, educazione dolce e tutto ciò che riguarda i più piccini : giochi e ambiente .
Consulente life style per le mamme: beauty e gym.

Contatti : simona@maternage.it

Soci

Tessera Gialla

La tessera associativa GIALLA annuale ha un costo di 30€ e da diritto a:

  • Iscrizione al gruppo whatsapp e Facebook “Maternage”, in cui mamme, consulenti e professioniste si confrontano e condividono informazioni ed esperienze sui temi relativi i diritti della gestante, parto, allattamento, babywearing, cosleeping e bedsharing, rimedi naturali, educazione dolce e alto contatto.
  • Precedenza e tariffe agevolate per tutte le richieste di consulenza privata anche a domicilio (ove possibile) delle nostre consulenti e professioniste.
  • Da inoltre diritto di precedenza per la partecipazione a tutti i corsi organizzati dalla associazione.

Tessera Rosa

La tessera associativa  ROSA annuale ha un costo di 50€ e da diritto a:

  • Consulenza privata via mail sulle tematiche trattate dall’associazione: diritti della gestante, parto, allattamento, babywearing, cosleeping e bedsharing, rimedi naturali, educazione dolce e alto contatto, iscrizione ai gruppi “Maternage” su whatsapp e Facebook.
  • Precedenza e tariffe agevolate per tutte le richieste di consulenza privata anche a domicilio (ove possibile) delle nostre consulenti e professioniste.
  • Precedenza per la partecipazione a tutti i corsi organizzati dalla associazione.

 

Tutti i soci avranno diritto di usufruire di sconti e convenzioni, gruppi d’acquisto e qualunque altra agevolazione offerta dall’associazione.

Eventi
Calendario degli incontri

Come trovarci

La nostra “sede è dove una mamma e un bimbo hanno bisogno”, le nostre consulenze avvengono principalmente a casa della mamma (ove possibile)  in modo che possa sentirsi a suo agio in un ambiente protetto e tranquillo.

Possiamo raggiungere tutte le altre famiglie con consulenze tramite videochiamata.

Gli incontri di gruppo avvengono invece nelle strutture che ci ospitano (scuole, enti e fondazioni, sale comunali e private ecc)

Il calendario dei nostri incontri è disponibile qui.